C’è una consapevolezza amara, anzi drammatica.  «Venti di questi bambini erano già salvi in Italia dentro un progetto di studio che andava benissimo ben inseriti e con ottimi risultati – ci dice suor Marcella – ma che l’Italia ci ha rimandato indietro dicendo che la legge non permette a un minore di 14 anni di studiare in Italia».

Se fossimo vicini, ci scrive la missionaria «salirei su un barcone con loro!»

«Non chiedevamo niente economicamente allo Stato – ricorda la religiosa – il progetto si finanziava con i tanti benefattori che credono in quello che facciamo»

«Fateci avere dei visti di studio dandoci il permesso di farli ripartire» invoca suor Marcella.

 

L’articolo completo di Marilena Lualdi è disponibile insieme ad altri tramite link al sito de “L’Inform@zione online” nella sezione Galleria Stampa di questo sito.