Galleria stampa

 

Pubblicazioni

“WAF JEREMIE, l’inizio della Speranza” – 2011

dalla “Testimonianza del fotografo Marco Baroncini”

Tra le tante storie che ho cercato di raccontare, quella di Suor Marcella aveva una luce diversa e ha dato un senso diverso al mio lavoro ad Haiti. Di lei e del suo lavoro nel quartiere ghetto di Waf Jeremie mi avevano già parlato, la conoscono tutti a Port-au-Prince. Incontrarla di persona e vederla all’opera è stata però la vera sorpresa….

Prefazione di Nicola Zingaretti, Presidente della Provincia di Roma

Introduzione di Guido Bertolaso, Responsabile della missione italiana per il terremoto del gennaio 2010 in Haiti

Riconoscere una speranza

Waf Jeremie: l’inizio della speranza, o meglio, il riaccadere della speranza… della mia speranza e di quella dei miei amici di Waf, della mia gente, ma il riaccadere della speranza di ogni uomo che, guardando con libertà a quello che accade oltreoceano in questa sperduta baraccopoli dei Caraibi, riscopre il gusto del vivere, riscopre la bellezza per cui è fatto, incontra il Destino per cui è nato.

Suor Marcella Catozza, Fraternità Francescana Missionaria

 

 

Articoli che parlano di noi 

..e del “contesto generale” (per data)
Tempi.it – 27 ottobre 2020

Il sogno dei bambini di Haiti…

«Mi chiedo il motivo per cui un’esperienza di tale bellezza debba essere demolita così», confida amareggiata la missionaria francescana. «Eppure», sospira, «basterebbe venire a vedere come viviamo qui per accorgersi che questa è davvero la casa di questi bambini, siamo davvero una famiglia».

«La bellezza di quest’anno passato in Italia è la vita che Casa Lelia ha generato intorno a sé sul territorio. I tanti volontari che si sono coinvolti, qualcuno addirittura da Milano o da Novara. I rapporti che si sono costruiti. È commovente. Dalla vecchietta che ci manda il ciambellone caldo a colazione al barista che porta qui i cornetti avanzati la sera. E ancora, il macellaio che ci vende qualunque taglio di carne come bollito di scarto, facendocelo pagare un terzo di quel che costa. La maestra che va fino a Firenze per far visita al bambino haitiano ricoverato in ospedale. L’associazione dei genitori della scuola che una volta al mese viene qua con una spesona formato esercito. Quanta bellezza».

 

Donne Chiesa Mondo – giugno 2020
Una battaglia lunga una vita – Marcella Catozza, da 30 anni contro la piaga della miseria.
 
Missionaria della Fraternità Francescana, dopo Albania, Mozambico e Amazzonia, dal 2015 nella baraccopoli di Waf Jeremie.
«Io non cerco il martirio, spesso desidero di andarmene»
 

 

Tempi.it – 27 aprile 2020

Tutto sta nell’affidarglieli davvero, questi bambini, vivere senza disertare e confidare davvero nella Provvidenza.

Senza frutta non si muore, eppure suor Marcella sa che la Provvidenza bussa anche per portartene qualche cassa direttamente a casa.

 
Vatican news – 1 febbraio 2020  “contesto generale”

Le parti politiche e sociali, riunite da tre giorni presso la sede della nunziatura apostolica a Port-au-Prince, hanno negoziato fino a notte fonda ma l’intesa è fallita sul limite al mandato dell’attuale presidente Jovenel Moise.

 
CL on-line – 30 dicembre 2019

«Ma Babbo Natale lo sa che abitiamo a Casa Lelia adesso?», mi chiede Jesimel la mattina del 24 dicembre. Dentro questa semplice domanda, il coraggio di una bimba di otto anni che ce la sta mettendo tutta per conquistarsi un posto nel mondo.

 

 
Fides.org – 3 dicembre 2019  “contesto generale”

“Serve un cambiamento che deve portare a una nuova Haiti, liberata dai mali abituali che l’hanno sempre colpita e che oggi raggiungono un’intensità intollerabile. Citiamo tra l’altro: disoccupazione, miseria, insicurezza, esclusione, impunità, delinquenza morale, manipolazione, corruzione, repressione e violenza”.

CRUX – Taking the Catholic Pulse – 6 ottobre 2019

La suora missionaria dice che Dio non ha dimenticato Haiti, lo ha fatto l’umanità.

…dopo anni cercando di aiutare Haiti dall’interno, sta cercando di aiutare il paese da Cannara, in provincia di Perugia, una regione “piena di bellezza e santità, perché è la terra di San Francesco e Santa Chiara di Assisi“. Quello che sta cercando di fare, sia con il centro in Italia che ad Haiti, è ripristinare la dignità dei bambini, “data loro dal fatto che sono figli di Dio”, e anche la loro libertà, che crede possano ricevere solo attraverso l’educazione.

 

Progetto Agata Smeralda – 18 giugno 2019

La visita a Firenze di Suor Marcella con i suoi bambini haitiani, arrivati in Italia da pochi giorni e in viaggio verso “Casa Lelia” per il secondo campo scuola estivo intitolato “Costruttori della Casa”, è stata davvero motivo di grande gioia per tutti noi, ma anche per queste creature che hanno trascorso una bella giornata di festa, circondate dall’affetto e dall’amore della grande famiglia di Agata Smeralda e delle Suore Francescane Alcantarine.

La Voce della Buona Notizia – 15 giugno 2019

Il campo scuola vuole essere la possibiltà di riconciliarsi con la vita abbracciati da un progetto di bene, l’occasione per recuperare pace e serenità dopo i mesi di violenza vissuta, la possibiltà di mettere una pietra in più alla costruzione dell’umanità di questi piccoli

 

Notiziegeopolitiche.net – 9 marzo 2019  “contesto generale”

L’instabilità cronica, le dittature e i disastri naturali degli ultimi anni hanno lasciato il paese caraibico al collasso economico. La crisi economica si è anche aggravata in seguito al devastante terremoto del 2010 che ha provocato circa 230 mila morti e all’uragano Matthew del 2016 che ne ha causati più di 900.

 
Vatican news – 19 dicembre 2018
La missionaria della Fraternità Francescana di Busto Arsizio racconta a Vatican News i brutali attacchi lanciati da uomini armati contro l’orfanotrofio dove sono ospitati 146 piccoli e di come la situazione nel Paese sia di perenne emergenza

Barbara Castelli – Città del Vaticano

 
Avvenire – 18 dicembre 2018

“Abbiamo subìto recentemente due attacchi da parte delle bande armate che gestiscono la zona. Il primo giovedì sera in cui hanno tentato di rubarci il generatore di corrente. E poi venerdì sono tornate in forze 25 banditi con i volti coperti armati di mitragliatrici. Hanno assaltato il deposito del cibo portando via tutti i viveri: riso, fagioli, burro”.

 
Corriere della Sera – BUONE NOTIZIE – 14 settembre 2018

La missionaria francescana ha girato i paesi dove la fanciullezza non esiste, dal Kosovo all’Amazzonia, e ha creato la Fondazione Via Lattea per sostenere la sua missione dopo diversi anni dal suo arrivo in Haiti.