MADAGASCAR: Nuova Parrocchia Morarano Gare

Introduzione

Dopo qualche mese dal suo temporaneo rientro da Haiti – a seguito della difficilissima situazione di violenza che scuote il paese ed in particolare per il ripetersi negli ultimi tempi di tentativi di estorsione che mettono a rischio anche bambini ed educatori della Kay – Suor Marcella rimane a Casa Lelia per capire come si evolve la situazione in Haiti, continuando a sentire i responsabili ed educatori della Kay sostenendoli da lontano nella conduzione giornaliera delle varie opere.

Per alcuni mesi Suor Marcella partecipa insieme agli amici della Fondazione ad incontri e testimonianze, invitata da diverse Associazioni, Parrocchie ed amici in varie parti d’Italia, continua a seguire l’evoluzione della situazione in Haiti sempre pronta a rientrare non appena possibile chiedendo al Signore di sostenere la fatica dei nostri bambini e del popolo haitiano e nel contempo di mostrarle la strada per capire come continuare la sua vocazione missionaria.

Insieme al suo Vescovo e ad altri amici incontrati negli anni, si apre la possibilità di ripartire per una nuova missione, sempre continuando a sostenere le opere iniziate al Vilaj Italyen in Haiti e pronti a rientrare per abbracciare tutti i nostri bambini ed educatori non appena le condizioni di sicurezza nel paese lo consentono.

 

Continua...

Qui comincia la nuova storia di missione in Madagascar dove Suor Marcella, partita nel mese di Gennaio 2024 con Stefano e Nino, poi raggiunta da Elisabetta e Giovanni, accompagnati da Sandra da molti anni nel paese malgascio, incontrano il Vescovo Mons. Rosario Vella e le varie realtà di Chiesa nella Diocesi di Moramanga, che ci accoglie e ci propone di partecipare all’opera di costruzione di una nuova Parrocchia nel comune rurale di Morarano Gare, dove nasceranno in particolare:

  • la nuova Chiesa Parrocchiale con la casa dei Padri Trinitari,
  • le Scuole dalle elementari al liceo con il convitto e la casa delle Suore Francescane Angeline,
  • il Dispensario Sanitario con poliambulatori in quello che poi sarà un nuovo Ospedale,
  • la Casa di accoglienza bimbi disabili con la casa di Suor Marcella della Fraternità Francescana Missionaria e dei volontari che si occuperanno in particolare del Dispensario Sanitario e dell’accoglienza bimbi disabili.

Sono inoltre possibili progetti specifici a favore di particolari situazioni di bisogno che dovessero emergere relativi a:

  • Borse di Studio, per sostenere gli studi dei bambini e ragazzi della casa di accoglienza e dei vari villaggi dislocati nelle vicinanze delle nuove opere parrocchiali,
  • Progetti sanitari, per aiutare e condividere proposte di intervento a sostegno di specifici bisogni dei bambini della zona.